‘O Bongo di Ciccio Merolla stravince al Festival di musica indipendente di Faenza

il 2 ottobre 2015

Ciccio Merolla è doppiamente protagonista al Mei, il festival di Musica indipendente che si tiene a Faenza dal 1 al 4 ottobre. Infatti il rapper percussionista napoletano riceverà il premio Mei per l’inaspettato risultato raggiunto dall’anteprima del video del repper napoletano. Il musicista, partendo da un’idea geniale apparentemente semplice grazie al suo virtuosismo è diventato così una web star a tutti gli effetti. 

Una candidata di Ciccio Merollla

La nuova candidata per il prossimo Bongo a domicilio di Ciccio Merolla

Il 3 ottobre Ciccio Merolla si esibirà con la sua band  durante la Notte Bianca del Mei in piazza del Popolo a Faenza.

Inoltre il videoclip ‘O Bongo prodotto dalla Jesce Sole, per la regia dei Manetti Bros e Claudio D’Avascio riceverà il premio speciale della direzione artistica del MeiD in Italy – il nuovo festival del cinema musicale e del videoclip.

I registi saranno premiati con la seguente motivazione: i registi hanno saputo veicolare il messaggio del brano senza trascurare lo sguardo ironico tipico del loro marchio di fabbrica.

Storia di un successo annunciato

Lo ricordavamo romantico gangster in Femmena Boss, arrabbiato in ‘O pitbull, il brano contro il maltrattamento sugli animali, nostalgico in Fratamme’, ora Ciccio Merolla sorprende il suo pubblico con un’ironia travolgente.

Il percussionista rapper Ciccio Merolla infatti torna con un nuovo singolo  ‘O Bongo, un brano dal tono leggero e ironico, con un sound che, pur restando fedele allo  stile napulegno doc del musicista, punta dritto oltreoceano, strizzando l’occhio alle atmosfere meticce della grande mela. In questo brano che puo’ diventare il tormentone dell’estate 2015, unisce Napoli e New York passando per Cuba in compagnia del suoi fidato bongo.  ”Con questo pezzo – assicura il rapper partenopeo -danzerete tutta l’estate, è un brano allegro e spensierato, perché ogni tanto bisogna prendere la vita con leggerezza, senza prendersi troppo sul serio”.

Il nuovo singolo ‘O bongo (prodotto dalla Jesce Sole, etichetta indipendente made in Naples ), che anticipa il disco di prossima uscita, racconta in modo ironico la croce e delizia del musicista partenopeo, il quale mostrando fin da piccolo un talento innato per le percussioni era invitato dagli amici soprattutto perché tutti volevano ascoltare i suoi assoli. Perseguitato dalla frase “Ciccio mi raccomando porta il bongo che poi devi suonare” , il percussionista ha voluto raccontare in modo divertente e giocoso una vita dedicata alla musica.

Grazie a Alberto Polo Cretara, fondatore e componente dello storico gruppo “La Famiglia”, attualmente residente a New York, ‘O Bongo viene ascoltato dal noto dj Tony Touch, il quale se ne innamora e decide di farne una versione remix, dando al brano originale un respiro internazionale.

 ’O bongo ha fatto parlare di se’ ancor prima di essere ascoltato, infatti l’uscita del brano è stata anticipata da una boutade del percussionista partenopeo. Ciccio Merolla in attesa del singolo caricò sulla sua pagina facebook una performance molto singolare, un esperimento musicale in cui esegue un assolo sul corpo dell’attrice Ornella Varchetta. Saltando di bacheca in bacheca di molti social di informazione, ha ottenuto 23 milioni di visualizzazioni in pochi giorni diventando così un video virale. Dal Giappone alla Russia, dalla Cina al Messico,  anche la stampa estera si è scatenata sul caso Merolla, una delle tante testate internazionali che parla del percussionista è Le Figaro.  Suo malgrado il musicista per questa boutade è diventato una web star a tutti gli effetti e ormai tutti parlano del suo massaggio percussivo che altro non è che un vero e proprio esperimento musicale, un assolo eseguito sul corpo di una donna.  «Il contatto delle mani sul corpo– spiega Ciccio Merolla – crea un’energia che si trasforma in ritmo e quindi in musica. Una performance che sembra essere piaciuta molto al popolo del web e che è il risultato di un esperimento fatto durante i miei continui studi alla ricerca di nuove sonorità».

La realizzazione del video de ‘O Bongo è opera dei Manetti Bros & Claudio D’Avascio che ne firmano la regia a quattro mani. Con questo videoclip si consolida ancor di più il sodalizio artistico tra Merolla e i Manetti  che, dopo tanti anni, ritornano ad occuparsi di un video musicale. La vena ironica del brano è  sapientemente trasferita nel soggetto del videoclip che si sviluppa intorno ad uno strano triangolo tra lui, il musicista che non conclude mai e scopre di essere solo colonna sonora dell’incontro amoroso,  lei  e l’altro, un affascinante Ciro Petrone, nei panni (pochi, per la verità) di un instancabile latin lover.

 I  richiami alla commedia sexy  italiana degli anni Ottanta e gli inserti live in presa diretta in cui il gioco si mescola al virtuosismo(gli assoli del percussionista- massaggiatore sul corpo di Ornella Varchetta, del Merolla–pizzaiolo  sulla pasta per le pizze e quelli sulla cucchiarella sono delle vere e proprie chicche che  provengono direttamente dalla scuola di Gegè Di Giacomo e vogliono essere un chiaro omaggio al maestro) danno al video un sapore made in Italy che mette in evidenza l’inesauribile creatività del Bel Paese. La scelta delle location, (il video è girato tra Napoli, New York e Bruxelles) rende l’operazione internazionale abbracciando l’intenzione del sound di un brano che guarda lontano pur restando napoletano doc.