Inserito da redazione il 2 novembre 2014

Eduardo_Schiattarella

“Caro Maurizio,…. sono lieto di comunicarti che accetto con entusiasmo il tuo invito e…. cosi’ si mettera’ fine alla leggenda che io non voglio far niente per Napoli…” .

Era il 18 ottobre 1980, quando Eduardo rispose con questa lettera ad un invito di Maurizio Valenzi che gli chiedeva di aprire anche a Napoli una Scuola di drammaturgia, che gia’ da un anno funzionava presso il Teatro alla Pergola di Firenze.Maurizio non smise mai di pensare a come far tornare Eduardo a Napoli, diceva sempre : “Troviamo qualcosa che possa fare Lui per Napoli”.

E ora l’occasione buona era arrivata. Eduardo aveva aperto una scuola di arte drammatica presso il Teatro La Pergola di Firenze, in collaborazione con il Comune di Firenze; finalmente si realizzava in parte quel progetto di scuola di teatro accarezzato fin dagli inizi degli anni Sessanta e che mai era andato in porto,a Napoli, nemmeno quando il Comune di Napoli ( Sindaco Ferdinando Clemente ) nel 1963 lo aveva nominato Direttore dello Stabile di Napoli ( Mercadante ).

Su incarico di Maurizio Valenzi mi recai a Firenze il 31 ottobre del 1980 , dopo che Eduardo aveva dato il Suo assenso. Incontrai il direttore de La Pergola Alfonso Spadoni che ,mi illustro’ il Progetto e mi consegno’ l’elenco dei materiali necessari per attrezzare la scuola….” .Cominciammo a lavorare per l’individuazione dei locali e per le attrezzature occorrenti.

Poi 20 giorni dopo arrivo’ il disastroso terremoto, la domenica del 23 novembre, che blocco’ tutto. Ma anche dopo il tragico evento,qualche mese dopo, era l’aprile 1981, Valenzi non soltanto rinnovo’ ad Eduardo la richiesta della scuola ma gli chiese di collaborare alla Seconda edizione di Estate a Napoli, quella del “dopoterremoto”, Era necessario,pensava giustamente Maurizio, che, nonostante i gravissimi problemi causati dal terremoto, bisognava andare avanti sulla strada per “sprovincializzare” la vita culturale di Napoli e dare anche un sostegno morale a una popolazione cosi’ duramente provata.

Eduardo rispose alle 2 questioni poste da Maurizio : “….sulla scuola di drammaturgia a Napoli, posso risponderti che sei stato molto caro nel ripropormi l’ iniziativa….con tutto l’entusiasmo che ho sempre avuto per la realizzazione di questo mio sogno, sapendoti alle prese con i mille problemi che ti assillano, non mi sarei mai permesso di darti fastidio….posso soltanto dirti che presto potremmo riprendere questi contatti….”. Per quanto riguarda la collaborazione alla Estate a Napoli Eduardo disse: “….mi sono trovato coinvolto nella regia di una commedia che dovra’ andare in scena al Teatro Tenda di Roma agli inizi di maggio e quindi potremmo essere a Napoli al Maschio Angioino…..”

E fu cosi’ che l’Estate a Napoli 1981 fu inaugurata con Pulcinella in cerca della sua fortuna per Napoli adattamento e regia di Eduardo De Filippo da Pasquale Altavilla, con Luca De Filippo e Angela Pagano tra i protagonisti.

E apprendiamo con soddisfazione che proprio stamattina Luca De Filippo ha accettato di essere il direttore artistico della Scuola d’arte drammarica del Teatro Stabile di Napoli. Da Eduardo a Luca con tanti anni di ritardo ! 

01.11.2014 Gianni Pinto

Categoria:

VIDEO

Tags: