Inserito da redazione il 4 novembre 2014

Questa sera alle ore 17.30 al Tearo Sancarluccio (via San Pasquale 49, Napoli) si terrà la presentazione del nuovo romanzo di Tiziana Beato, “La Paura è Bugiarda” (Kairòs edizioni, collana Variazioni, novembre 2014, 98 pagine, prezzo di copertina: 12 euro). Interverranno insieme con l’autrice, la scrittrice Maria Rosaria Selo, il giornalista Luciano Scateni e l’attrice Lalla Esposito che leggerà alcuni brani del libro. Modera Gianmarco Cesario, docente di storia del teatro. 

Nella sua quarta opera l’autrice napoletana racconta il suo percorso psicoterapeutico, una storia tra autobiografia e finzione letteraria che affronta la complessa sfida del “diventare adulti” con una narrazione a due voci: quella della paziente Giovanna, alter ego dell’autrice, e della psicologa Vera Paolini.

la paura è bugiarda

La Paura è Bugiarda” è un inno alla “gioia di vivere”, come scrive l’attrice Rosalia Porcaro nella postfazione in quarta di copertina, al coraggio di cambiare e di ricominciare vincendo la paura di mettersi in gioco.

 In questo romanzo che indaga e libera il “dizionario dei sentimenti umani” mediante la lucida analisi psicolgica inseme con un inarrestabile flusso di emozioni, e che inoltre concede l’ingresso a situazioni di dirompente comicità nonché ad una delicata ironia sull’io e sul mondo contemporanei, tra tensioni e ribaltamenti di stati d’animo restano aperte fino all’ultima pagina le porte a possibili finali.

Con una narrazione profonda e interiore, che non smarrisce mai il gusto della freschezza e il piacere del sorriso, “La Paura è Bugiarda” di Tiziana Beato pone di volta in volta il lettore a contatto con realtà spesso taciute della propria esistenza, tra cui quelle paure bugiarde, frutto della mente e per questo menzognere, contro cui però a sua volta l’individuo cerca di mentire.