Inserito da redazione il 28 agosto 2015

Si è tenuta nella Sala Giunta del Comune di Caserta, alla presenza di numero giornalisti e dei sub commissari del Municipio, la conferenza stampa di presentazione del Leuciana Festival 2015. Enzo Avitabile quale direttore artistico dell’evento ha illustrato le motivazioni delle scelte artistiche di questa edizione. Soffermandosi in particolare su l’aspetto “devozionale” che, dal suo punto di vista, la manifestazione offre per il luogo carismatico che la ospita.  

Sette giorni, quindi, all’insegna della musica, dell’arte e della cultura al Belvedere di San Leucio (Caserta) dal 30 agosto al 5 settembre. 

Clicca sull’immagine per vedere il video

Il festival apre con Eduardo Bennato per un happening tra i classici del repertorio e qualche anticipazione del nuovo album. A seguire, diverse ‘chicche’ per cultori e non solo, per toccare la musica in tutte le sue espressività: Bob Geldolf (cantore dei diritti umani e ambientali che ha accettato di esibirsi nel casertano su invito dell’organizzazione per un’unica data in Italia nel trentennale di Live Aid), e ancora le parole e i suoni unici di Giovanni Lindo Ferretti, il virtuoso del violino Uto Ughi, l’incontro tra il teatro di Pippo Delbono e le melodie di Avitabile in “Bestiemma d’amore” (per la prima volta in Campania). 

In chiusura, due maestri campani delle sei corde di fama internazionale, Pietro Condorelli e Fausto Mesolella. Ad arricchire il multidiscplinare cartellone del Lueciana ci saranno la rassegna di cinema etnografico “L’Altro Sguardo” a cura di Intima Lente, la mostra di arte contemporanea “Il Collasso dell’Utopia” a cura di Enzo Battarra con opere di Attianese, Del Vecchio Berlingieri e Lopez, e ancora degustazioni enogastronomiche e visite guidate alla monumentale cittadella borbonica (tutti i giorni dalle 18 alle 20). 

Spazio, inoltre, per sette band emergenti del casertano, a testimoniare l’attenzione per la cultura e per il sociale di un festival che sceglie per i biglietti il ‘simbolico’ costo di due euro insieme con l’ingresso libero (a ciò, si aggiunge la trasmissione live degli eventi su maxischermi). Un’attenzione, si diceva, da elogiare se si pensa all’impegno che il Comune di Caserta, in predissesto e attualmente commissariato, ha profuso per realizzare la kermesse –grazie al contributo della Regione Campania- con la quale si punta a valorizzare la magnificenza di San Leucio.

Categoria:

NEWS

Tags: