Inserito da redazione2 il 20 maggio 2016

Si svolgerà domenica 22 maggio alle ore 21:00 presso il Teatro Bolivar di Napoli, lo spettacolo “Rosa, Preta e Stella”: un viaggio nella poesia e nella canzone di Napoli dal Cinquecento al Novecento. Lo spettacolo – che s’inserisce nella Rassegna Teatrale Primavera 2016 “Insolite Note”, fortemente voluta dalla direttrice artistica M’Barka Ben Taleb – è un omaggio ai poeti e agli autori che hanno reso grande la cultura e la storia di Napoli. Da Salvatore Di Giacomo a Sergio Bruni, da Raffaele Viviani a Salvatore Palomba; sarà un susseguirsi di emozioni, frutto di una ricerca accurata e appassionata di brani quasi dimenticati, intervallati da piéces di commedia dell’arte, una delle più antiche forme di comicità del teatro napoletano.
Per gli autori e protagonisti dello spettacolo, Yuri Buono e Ferdinando Guarino di “Vantanapoli”: «È doveroso ringraziare prima di tutto la direttrice artistica M’Barka Ben Taleb per averci dato la possibilità di portare in scena ciò che da tempo anima il nostro progetto di salvaguardia e diffusione della canzone, della poesia e del teatro napoletano. “Rosa, Preta e Stella” non è altro che la volontà precisa di lanciare un messaggio: la bellezza di Napoli può e deve essere diffusa anche e soprattutto attraverso la nostra storia artistica. È il momento di ripartire per acquisire la consapevolezza di essere popolo. Un grande popolo. Per dirla con le parole di Salvatore di Giacomo: « Scetate sce’, Napule Na’».
Tra gli artisti anche Filippo Vitiello alla chitarra, Filippo Usiello alla mandola e al mandolino e Giovanni Vitiello al pianoforte.

Categoria:

NEWS