Inserito da redazione il 12 settembre 2015

Tullio De Piscopo e James Senese star al Pomigliano Jazz sabato 12 settembre. In programma anche le esibizioni di Don Pasta, della compagnia I Teatrini, le Note di Gusto con chef Squitieri, itinerari turistici e la mostra “Venti anni di Jazz in Campania”

Sabato 12 settembre la XX edizione del Pomigliano Jazz in Campania dedica una serata speciale a due leggende viventi della musica e della cultura partenopea: James Senese Tullio De Piscopo.

slider pomigliano jezz

Dalle 20:30 al Parco delle Acque di Pomigliano d’Arco (Via Pratola Ponte) in scena l’Orchestra Napoletana di Jazz, ensemble diretto da Mario Raja e prodotto da Pomigliano Jazz, che ospita per un inedito concerto il grande James Senese. Dopo aver diviso il palco con star del jazz come Joe Lovano, Archie Shepp, Randy Weston, Richard Galiano solo per citarne alcuni, l’ONJ accoglie on stage il sassofonista simbolo del Neapolitan Power.

Un personaggio emblematico della contaminazione tra la cultura mediterranea e quella d’oltreoceano, tra napoletanità e il blues. In scaletta rivisitazioni di “Manama”, “Acquaiuo’ l’acqua è fresca”, “Alhambra” e altre sorprese, come una struggente versione di “Ci tene ‘o Mare” di Pino Daniele. Senese, voce e sax sarà accompagnato per l’occasione da Matteo FranzaAntonello Sorrentino e Mauro Seraponte alla tromba, Alessandro Tedesco e Roberto Schiano al trombone, Annibale Guarino e Marco Zurzolo al sax contralto, Enzo Nini e Marco Spedaliere al sax tenore, Nicola Rando al sax baritono, Enzo Amazio alla chitarra, Mario Nappi al pianoforte,  Corrado Cirillo al contrabbasso e Giuseppe La Pusata alla batteria.

James Senese ospite dell'Orchestra Napoletana di Jazz

A seguire tocca al maestro del ritmo: Tullio De Piscopo con il suo Napoli Jazz Project. Insieme al batterista, percussionista e compositore partenopeo che festeggia i 50 anni di carriera ci sono quattro straordinari musicisti campani: Antonio Onorato (chitarra e breath guitar), Joe Amoruso (piano), Dario Deidda (basso e contrabbasso) e Luigi Di Nunzio (sax alto). Dal vivo, De Piscopo ripercorrerà in chiave jazz il filone melodico che ha segnato la sua prestigiosa carriera.

Tullio De Piscopo in concerto con il Napoli Jazz Project al Pomigliano Jazz il 12 settembre

Finale con il cuoco-poeta Don Pasta in scena con “Artusi Remix“: un caleidoscopio di musica e cucina dal vivo intrecciata a narrazione, spunti teatrali e immagini, con l’ausilio di due musicisti in scena, Marco Bardoscia e di Raffaele Casarano

Oltre agli spettacoli, spazio agli itinerari turistici e alle visite guidate, alel guide all’ascolto, alla mostra “Storie di Jazz – Venti anni di Jazz in Campania” e alle degustazione di prodotti tipici a cura di Slow Food con “Le Note di Gusto” dello chef Marialuisa Squitieri.

In programma, inoltre, anche lo spettacolo per bambini (ore 17:30) “Come Alice… Jazz”. Liberamente ispirato dal romanzo di Lewis Carroll, lo spettacolo prodotto dalla compagnia I Teatrini, per la regia di Giovanna Facciolo vede in scena sia attori – Valentina Carbonara, Adele Amato de Serpis, Cristina Messere, Monica Costigliola – che musicisti – Annibale Guarino (sax), Gianfranco Campagnoli (tromba), Gaetano Diodato (contrabbasso), Gianluca Mirra (percussioni) – per un fantasioso percorso itinerante ai Girdini d’Infanzia di Pomigliano d’Arco.

 Tutti gli eventi in programma sono ad ingresso gratuito.

fonte: Umberto di Micco (giornalista)

 info: www.pomiglianojazz.com